//
ARTICOLO
POLITICA INTERNA

ANCHE I TASH-MURKON CON MERIMETH SARUM

Prosegue il nostro approfondimento per l’attualissimo argomento dell’insorgere di desideri di conquista dell’Impero Amarr, così come discusso di recente.

A quanto risulta dai lanci delle agenzie di ieri alcune fonti vicino alla famiglia Tash-Murkon sembrano indicare una vera e propria considerazione sconsiderata da parte di Catiz (uno dei più importanti componenti della famiglia) per le parole del nipote dell’Imperatrice Sarum. In poche parole, sembra che stia serpeggiando davvero una sola parola fra le famiglie di Amarr. Guerra.

A supportare questa triste teoria il fatto che Catiz si sia incontrato con diversi ammiragli della Flotta Imperale per sondare le loro opinioni (che è come chiedere ad un chirurgo se sia necessario operare. Una mossa davvero scaltra, Catiz, ndr).

In buona sostanza nei prossimi tempi potremmo trovarci di fronte ad un’incredibile pioggia di scuse e di idee confuse che cercheranno in tutti i modi di nascondere una semplicissima verità: l’Impero Amarr è quantomai potente dall’ultima ribellione Minmatar e parallelamente le loro riserve di schiavi stanno scarseggiando a ritmi sempre più sincopati.

Ergo, è lecito attendersi che le cose, da qui in avanti, procedendo secondo una sorta di agenda ben studiata. Non a caso, infatti, il Gran Ammiraglio Kezti Sundara sembra stia seriamente considerando i ragionamenti (se così si possono chiamare, ndr) della famiglia Tash-Murkon e quelli di Merimeth Sarum prima ancora.

E mentre l’Imperatrice tace (evidentemente consapevole del baratro verso il quale questi ragionamenti stanno portando Amarr, ndr) e i discorsi si surriscaldano all’interno dei gabinetti politici, si riaffaccia ancora una volta, prepotentemente, lo spettro di una macabra pretesa amarriana nei confronti della Repubblica di Minmatar.

Siamo alle solite. Niente di nuovo sotto il sole. Vieve da chiedersi se l’Imperatrice sia effettivamente in grado di produrre un ragionamento sensato, ogni tanto, oppure se la sua forza politica non sia davvero limitata al mostrarsi in pubblico in un bagno di folla inneggiante (qualcuno ha davvero mai ascoltato dal vivo quei cori?, ndr).

In una cosa si spera, almeno. Che la CONCORD non aspetti troppo a fornire una sua interpretazione dei fatti, magari facendo la voce grossa, una volta ogni tanto, con i forti e non sempre e solo con i deboli. Anche se, se la memoria non inganna, l’ultima volta che la CONCORD ha avuto a che fare con i cosiddetti deboli lo scontro (nemmeno iniziato) non ha avuto un ottimo esito per le forze di polizia, massacrate all’istante.

Che sia ancora una volta il caso di dire meditate gente?

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

L’EMPYREAN CHRONICLE E’ QUI

DED Assembly Plant Station
Kiereend VII

ULTIMI AGGIORNAMENTI

- E' online l'intervista doppia a SBRODOR e ASDROM di OSCURA SIMMETRIA
- Diverse interviste a corp storiche sono in preparazione.

PROSSIMAMENTE

Le interviste a LAMEGADITTA, REGNUM-IRAE e ... LIAM FREMEN!

Inserisci la tua email per seguirci e ricevere le notifiche dei nuovi post!

Join 4 other followers

STATISTICHE DEL SITO

  • 4,556 VISUALIZZAZIONI
Advertisements
%d bloggers like this: